Appuntamenti

Prossimi appuntamenti

Scritto da Segreteria il 12 Febbraio 2014

Ecco il calendario dei prossimi appuntamenti del Concorso Lingua Madre

14 febbraio 2014, dalle ore 10.00
M’ILLUMINO DI MENO – Giornata del Risparmio Energetico
Il Concorso Lingua Madre, in collaborazione con RAI Radio 2 – Caterpillar, invita tutte le donne al grande banchetto virtuale di M’illumino cucinando! Un’iniziativa on-line per aderire alla campagna di sensibilizzazione, ideata con WE-Women for Expo, la rete di donne per Nutrire il Pianeta.
Su www.concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu, Facebook e Twitter

16 febbraio 2014, ore 18.00 – Genova
@ART TALENT SHOW
Nell’ambito della X Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea di Genova (dal 14 al 17 febbraio 2014), si terrà la presentazione del libro AMBIENTE DICKINSON – poesie, sculture, nature di Daniela Fargione, Docente di Lingua e Letterature anglo-americane dell’Università di Torino e parte del gruppo di studio del Concorso Lingua Madre.
Piazzale John Fitzgerald Kennedy 1

20 febbraio 2014, ore 17.00 – Torino
20 ANNI DELL’ASSOCIAZIONE ALMATERRA E DI ALMA MATER
“Lavoro /lavori di native e migranti”
Tra le diverse iniziative in calendario per festeggiare i 20 anni dell’Associazione Almaterra e del Centro Interculturale Alma Mater di Torino, il Concorso Lingua Madre parteciperà al Focus Group “Lavoro /lavori di native e migranti”. Un’occasione per riflettere, a partire dalle tante voci e storie che ogni anno arrivano al Concorso, attraverso un confronto tra esperienze e realtà che operano sul territorio.
Centro Interculturale delle Donne Alma Mater, via Norberto Rosa 13/a

20 febbraio 2014, ore 18.30– Milano
CONFERENZA CHI SONO IO?
Incontro di presentazione del libro e della mostra itinerante CHI SONO IO? La ricerca dell’identità attraverso il disegno (Ed. F.Angeli) dell’autrice del Concorso Lingua Madre Masal Pas Bagdadi.
Biblioteca Sicilia, via Luigi Sacco 14

21 febbraio 2014, dalle ore 10.00
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE
Ritornelli, filastrocche, scioglilingua, nenie e ninnananne. Tutte/i ne conosciamo almeno uno o una da raccontare e tramandare. L’invito è proprio quello di scrivere e condividere – ognuna/o nella propria lingua madre o nel proprio dialetto – queste storie antiche, custodi di saperi, vissuti, culture da difendere e valorizzare. Potrete mettere in rete testi, fotografie, contributi video: dalle ore 10.00 partirà la costruzione di un grande puzzle, composto da tanti accenti e suoni del mondo.
Su www.concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu, Facebook e Twitter

Il 14 febbraio in occasione di M’illumino di Meno 2014 – la Giornata del Risparmio Energetico promossa dalla trasmissione di RAI Radio 2 Caterpillar – il Concorso Lingua Madre invita tutte le amiche e le autrici al grande banchetto virtuale di M’illumino cucinando!
Un’iniziativa on-line per aderire alla campagna di sensibilizzazione, ideata in collaborazione con il progetto WE-Women for Expo, la rete di donne per Nutrire il Pianeta. Appuntamento dalle ore 10:00 qui sul blog, sulla pagina “evento” che sarà creata su Facebook e su Twitter (hastag #Millumino2014).
Dalle ore 10:00 potrete raccontare sapori ed emozioni direttamente qui sul blog, sulla pagina “evento” che sarà creata su Facebook e su Twitter (hastag #Millumino2014). Ciò che vi si richiede è di condividere una ricetta, una di quelle che ricordano l’infanzia, la terra, la mamma. Una ricetta della memoria, antica, che rappresenti un legame affettivo con qualcuno/a o con un luogo. Un piatto da poter preparare senza l’apporto di utensili elettrici, forno, fruste e frullatori.
Ma non finisce qui: per partecipare vi serviranno alcuni fondamentali ingredienti: un pizzico di fantasia, q.b. di spirito di adattamento e tanta creatività. I racconti e le “ricette del cuore” entreranno a far parte della grande call internazionale del progetto WE-Women for Expo, che raccoglierà le “recipes for life” di tutte le donne del mondo. Ogni donna, di ogni cultura e di ogni Paese, potrà prendere parte a WE presentando non piatti qualunque, ma queste ricette speciali che abbiano un valore particolare nella loro famiglia, città, tradizione, cultura e storia personale. Dalle ore 18.00, poi, prenderà avvio il simbolico spegnimento di luci: potrete allora mettervi all’opera e preparare da sole o in compagnia il piatto. Ma attenzione, solo a lume di candela e senza elettricità!
Dalle 19.30, le luci si riaccenderanno: potrete quindi fotografare il piatto e pubblicare e condividere l’immagine, accompagnata da un commento, un breve resoconto o un aneddoto divertente legato alla preparazione della vostra portata.

Il 16 febbraio, alle ore 18.00, nell’ambito del @ART TALENT SHOW di Genova, sarà presentato AMBIENTE DICKINSON – poesie, sculture, nature, il nuovo libro di Daniela Fargione, Docente di Lingua e Letterature anglo-americane dell’Università di Torino e parte del gruppo di studio del Concorso Lingua Madre. Corredato delle opere di Matilde Domestico e con un saggio di Barbara Lanati, il volume è frutto di diverse collaborazioni e intrecci artistici (critica letteraria, poesia, scultura, fotografia).
Si tratta di un’indagine dei vari ambienti in cui visse e operò il “mito di Amherst”, primo dei quali la Homestead paterna, un’enorme casa di mattoni rossi circondata da un ampio giardino. È lì che tra il 1830 e il 1886 si consumò un’esistenza complessa ed enigmatica, capace ancora oggi di generare interrogativi sulle relazioni tra dimora umana, ruoli di genere, natura e scrittura femminile. Tali relazioni, qui affrontate con un approccio ecocritico, intendono dimostrare come la dissacrante poesia di Emily Dickinson fosse un potente veicolo di sovversione della predominante ideologia della domesticità e al contempo sonoro controcanto della retorica del dominio. Ne consegue che, al fine di valutare il suo apporto al discorso sulle interrelazioni tra la natura e la cultura americana del diciannovesimo secolo, occorre collocare la sua opera in una prospettiva di netto contrasto con la tradizione del tempo. Pur non dimostrando mai una piena consapevolezza ecologica, e dunque raramente considerata “nature poet” a tutti gli effetti, Emily Dickinson offrì (come tutti gli ecopoeti secondo le indicazioni fornite da J. Scott Bryson) “una visione del mondo che riconosce il valore dell’interrelazione tra due […] desideri interdipendenti, entrambi tentativi di rispondere all’attuale divorzio tra l’umanità e il mondo più-che-umano”, mondo che la poetessa esplorò dai suoi personalissimi osservatori (le colline e i boschi circostanti, il giardino di casa, la stanza al primo piano) per approdare alla moderna conclusione che tale “conoscibilità” ha limiti che né il patriarcato, né la Chiesa e nemmeno la scienza sono in grado di superare.

“Lavoro /lavori di native e migranti” sarà il tema del Focus Group al quale il Concorso Lingua Madre parteciperà il 20 febbraio a Torino, organizzato nell’ambito delle iniziative per i festeggiamenti dei 20 anni dell’Associazione Almaterra e del Centro Interculturale Alma Mater di Torino. Le tante storie e vissuti delle autrici del Concorso saranno spunto principale della riflessione che vedrà coinvolte molte realtà, enti, associazioni presenti su tutto il territorio. Un’occasione di confronto dunque su temi e questioni che riguardano tutti/e e che continuerà con altri incontri fino a giugno. L’ultimo, “Mettiamo in comune” si terrà infatti il 6 giugno 2014 (ore 17-19), a conclusione di tutti i Focus e servirà per produrre una sintesi dei contributi delle/dei partecipanti ed un ordine di priorità  su cui indirizzare la futura progettualità dell’Associazione.

Il 20 febbraio, a Milano, si terrà un incontro di presentazione del libro e della mostra itinerante CHI SONO IO? La ricerca dell’identità attraverso il disegno (Ed. F.Angeli) dell’autrice del Concorso Lingua Madre Masal Pas Bagdadi. La scrittrice, in dialogo con il pubblico, racconterà il suo progetto che è diventato libro, ma anche un’esposizione, una raccolta di disegni dei bambini dai 2 ai 12 anni che attraverso questa forma espressiva cercano di capire chi sono per formare il loro carattere. Il bambino con i primi scarabocchi inizia la sperimentazione grafica e procede evolvendosi nella ricerca fino all’intuizione della sessualità adulta, dell’accoppiamento e dell’amore. La mostra vuole dare al visitatore adulto l’opportunità di seguire da vicino il percorso che il bambino fa al livello emotivo e intellettuale nel raccontare se stesso.

Nel novembre 1999 l’UNESCO ha proclamato il 21 febbraioGIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE”. Il Concorso Lingua Madre, invita tutti e tutte per l’occasione a partecipare all’evento on-line che si svolgerà, a partire dalle 10:oo, su www.concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu, Facebook e Twitter. Ritornelli, filastrocche, scioglilingua, nenie e ninnananne. Tutte/i ne abbiamo almeno uno o una da raccontare e tramandare. L’invito è proprio quello di scrivere e condividere, ognuna/o nella propria lingua madre o nel proprio dialetto queste storie antiche, custodi di saperi, vissuti, culture da difendere e valorizzare. Potrete mettere in rete testi, fotografie, contributi video: dalle ore 10.00 partirà la costruzione di un grande puzzle, composto da tanti accenti e suoni del mondo.