Appuntamenti

La Religiosità della Terra

Scritto da Segreteria il 19 Novembre 2014

Nel mese di ottobre, a Lecce,
 si è tenuta la presentazione del libro LA RELIGIOSITÀ DELLA TERRA di Duccio Demetrio – ideatore dell’Accademia del Silenzio, cui partecipa anche il Concorso Lingua Madre nel comitato promotore – e un laboratorio di eco-narrazione a cura del filosofo. L’appuntamento è stato promosso dalla Fondazione Palmieri – nata a Lecce con l’intento di veicolare la cultura salentina nel mondo attraverso numerose attività e progetti importanti, come quello del nuovo calendario ideato per raccogliere fondi da destinare all’Etiopia, realizzato con il contributo di un gruppo di artisti locali.
L’autrice del Concorso Lingua Madre Laura Madonna Indellicati, organizzatrice dell’appuntamento di ottobre con Duccio Demetrio, ha riassunto così la giornata:
Se felicità è alchimia di energia, sogno, progettualità, collaborazione e realtà, possiamo certamente dire che la presentazione leccese dell’ultimo libro di Duccio Demetrio – La Religiosità della Terra – ha segnato un momento di autentica felicità.
Il libro e la sua forza concettuale, la ricchezza e l’attualità del contenuto, la coesistenza di storia, arte, miti classicità e attualità, uniti alo stile appassionato dell’ autore, hanno assicurato un ascolto attento che ha fatto vibrare i cuori.
Dopo il benvenuto e le presentazioni dei relatori da parte di Carla Palmieri, insieme alla sorella Giulia squisita ospite dell’evento presso la prestigiosa sede della Fondazione voluta dalla sorella Luciana, il libro è stato introdotto da me e dal professor Giovanni Invitto dell’ Università del Salento.
L’ autore ha poi tratto le conclusioni e, dopo un breve intervallo, i partecipanti al laboratorio di eco narrazione si sono riuniti attorno ad un tavolo dove si è subito instaurato quel clima di intimità che ben conosce chi, frequentando Anghiari, sa che accompagna immancabilmente le scritture di sé.
Dopo aver ascoltato il prof. Demetrio, che ha spiegato cosa siano l’ eco narrazione e la scrittura autobiografica, il silenzio e la sacralità del luogo, ex chiesa di San Sebastiano o delle Pentite, hanno predisposto tutti ad aprire il pensiero e la memoria per tradurre sulla pagina bianca il “filo verde” che accomuna ogni esistenza quale sfondo di tante esperienze.
Ne sono scaturite suggestive testimonianze, alcune delle quali  vi inviamo, a conferma del fatto che…L’ Educazione non è Finita e che una pausa dalla routine, l’ attenzione al proprio vissuto, la generosità della condivisione, possono insegnarci a conoscerci meglio, a riconciliarci con noi stessi e con gli altri, a valorizzare le piccole cose che ci avvicinano a cercare, religiosamente, il Senso.