Appuntamenti

"Il Salone delle meraviglie" Il CLM al Salone Internazionale del Libro 2015

Scritto da Segreteria il 27 Aprile 2015

 

Mancano due settimane al XXVIII Salone Internazionale del Libro di Torino (Lingotto Fiere, 14-18 maggio 2015).
Oggi, presso la Cavallerizza Reale, sono stati presentati il programma, le iniziative, le novità e il tema conduttore di quest’anno: “L’Italia delle Meraviglie”. Uno spazio speciale sarà riservato al Concorso Lingua Madre e ai festeggiamenti per i 10 anni di attività: ogni giorno, all’Arena Piemonte (Spazio Officina, padiglione 1) si terrà un appuntamento di approfondimento dedicato al tema della kermesse, con tanti ospiti e tante sorprese e, lunedì 18 maggio, alle ore 13.30, la premiazione delle vincitrici della X edizione. Molto ricco anche il calendario incontri promosso nell’ambito del Salone OFF. Dallo spettacolo teatrale Donne che cucinano la vita al saggio L’alteritá che ci abita – Donne migranti e percorsi di cambiamento, da We Women for Expo alla presenza di autrici famose quali Xiaolu Guo (La Cina sono io – Ed. Metropoli d’Asia) e Nadia Khiari, sarà davvero un Salone delle Meraviglie!

Ecco il programma completo:

Giovedì 14 maggio – ore 13.30
L’italiano e i suoi sconfinamenti. Meraviglie dell’italiano e l’italiano delle meraviglie
con: Luisa Giacoma, Adriana Hösle Borra, Sarah Zuhra Lukanic, Laura Malaterra, Luisa Ricaldone

Venerdì 15 maggio – ore 13.30
Meraviglie d’Oriente. Le donne raccontano l’Asia in Italia
con: Xiaolu Guo, Fabiola Palmeri e le autrici del Concorso Lingua Madre

Sabato 16 maggio – ore 13.30
L’alterità che ci abita. Donne migranti e percorsi di cambiamento
con: Nadia Khiari, Giuseppina Corrias, Daniela Fargione, Paola Marchi, Valentina Porcellana, Betina Lilián Prenz, Aida Ribero, Luisa Ricaldone

Lunedì 18 maggio – ore 13.30
Premiazione X Concorso letterario nazionale Lingua Madre
Scarica l’invito

SALONEOFF 2015

Giovedì 14 maggio – ore 17.30
…E la Donna rispose…
Biblioteca Civica Natalia Ginzburg – Via Cesare Lobroso 16 – Torino
conAdriana Ansaldi, Patrizia Ferrero, le classi  5 C Ginnasio – 1 C e 2 C Liceo del Liceo Classico V. Gioberti di Torino

Giovedì 14 maggio – ore 18.00
La Cina sono io
Libreria Bodoni – Via Carlo Alberto 41 G – Torino
conXiaolu Guo, Federico Madaro

Venerdì 15 Maggio  ore 17
Carta da zucchero, la storia di una famiglia
La Deutsche Vita – Via Stampatori 10 – Torino
con: Martina MercurioLuisa RicaldoneEva Taylor

Sabato 16 Maggio – ore 16.30
Incontro con Nadia Khiari e Chiara Sebastiani
Modera: Daniela Finocchi
Centro di Incontro – Corso Belgio 91 – Torino

Sabato 16 Maggio – ore 18
La normalità negata
Libreria Setsu-bun – Via Cernaia 40/M – Torino
conGordana Grubač, Martina Mercurio

Domenica 17 Maggio – ore 19
Donne che cucinano la vita
Teatro di San Pietro in Vincoli – Torino
conGinevra GiachettiMarta LaneriFrancesca Netto/Natalia Sangiorgio LabPerm di Castaldo, riduzione teatrale e regia Laura Malaterra, canti e movimenti Domenico Castaldo
Scarica la locandina

Leggi di seguito gli approfondimenti

 


Giovedì 14 maggio – ore 13.30
L’italiano e i suoi sconfinamenti. Meraviglie dell’italiano e l’italiano delle meraviglie
Intervengono: Luisa Giacoma, Adriana Hösle Borra, Sarah Zuhra Lukanic (Strane Straniere), Laura Malaterra (Ricordi di cibo, il cibo dei ricordi, Robin Edizioni), Luisa Ricaldone (Oltrecanone, Iacobelli Editore).
Introduce: Daniela Finocchi

La lingua descrive e nomina il mondo, la vita. I suoi cambiamenti e sconfinamenti sono il riflesso della dinamicità della realtà e della quotidianità. Con la lingua ci identifichiamo e raccontiamo delle storie, che ci appartengono o ci sono appartenute. Con la lingua progettiamo, includiamo, condividiamo, descriviamo le meraviglie di un territorio e delle sue tradizioni. Se ne parlerà con la linguista e lessicografa Luisa Giacoma, insieme a Adriana Hösle Borra, lettrice e lessicografa (Università del Vermont), Sarah Zuhra Lukanic del progetto Strane Straniere, Luisa Ricaldone co-autrice di Oltrecanone (Iacobelli Editore) Università di Torino e Società Italiana delle Letterate.
Ad arricchire il dialogo: Laura Malaterra, autrice di Ricordi di cibo, il cibo dei ricordi (Robin Edizioni).

Venerdì 15 maggio – ore 13.30
Meraviglie d’Oriente. Le donne raccontano l’Asia in Italia

Intervengono: Xiaolu Guo (La Cina sono io, Metropoli d’Asia), Fabiola Palmeri e le autrici del Concorso Lingua Madre
Introduce: Daniela Finocchi

La scrittrice e regista cinese si racconta al pubblico italiano attraverso il suo romanzo La Cina sono io (Metropoli d’Asia, 2014), un’opera narrativa potente che attraversa tre decadi e tre Continenti, tra realtà e letteratura, tra storia e contemporaneità. In dialogo con lei, la giornalista Fabiola Palmeri e le autrici di origine cinese del Concorso Lingua Madre, per un confronto a più voci sull’Oriente e la vita delle donne orientali in Italia. Un’occasione per sfatare stereotipi e cliché, per aprirsi alla scoperta di mondi, meraviglie e tradizioni altre, che sempre più interagiscono e arricchiscono la cultura occidentale.
Partecipano al dibattito le associazioni di Avvicina, la rete di collaborazione fra le associazioni cinesi e italo-cinesi, nata per dialogare con le altre realtà del territorio italiano e i giovani dell’ANGI.

Sabato 16 maggio – ore 13.30
L’alterità che ci abita. Donne migranti e percorsi di cambiamento
Intervengono: Nadia Khiari (Premio Satira 2014), Giuseppina Corrias, Daniela Fargione, Paola Marchi, Valentina Porcellana, Betina Lilián Prenz, Aida Ribero, Luisa Ricaldone (L’alterità che ci abita, Seb27)
Introduce: Daniela Finocchi
Letture: Nunzia Scarlato

Condividere il mondo. Condividerlo perché nessuno può dirsi padrone, neppure della propria patria; perché tutte e tutti abbiamo bisogno d’essere riconosciute/i per esistere; perché il mondo è globale, interconnesso e interdipendente. Stare insieme nel mondo. Questa la sfida del nostro presente. E questa è stata anche la sfida delle autrici del volume L’alterità che ci abita (Seb27) che – insieme e a partire dalla propria specificità, dalle proprie competenze e idee – hanno dato una lettura situata del ricchissimo materiale letterario e umano raccolto in dieci anni di vita del Concorso Lingua Madre. Se ne parlerà con Giuseppina Corrias, saggista, esperta del pensiero della differenza e vincitrice del Premio Donne Italiane del Concorso Lingua Madre 2014, Daniela Fargione, docente di Lingua e Letterature anglo-americane dell’Università di Torino, Paola Marchi, social media editor Concorso Lingua Madre, Valentina Porcellana, docente del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino, Betina Lilián Prenz, docente, traduttrice e vincitrice del secondo premio del Concorso Lingua Madre 2014, Aida Ribero, saggista e esperta del pensiero della differenza, Luisa Ricaldone, già docente all’Università di Torino e componente della Società Italiana delle Letterate. Ospite d’onore dell’incontro, l’artista tunisina Nadia Khiari (Premio Satira 2014), autrice di Willis from Tunis, il gatto irriverente e graffiante che l’ha resa celebre in tutto il mondo. Presenterà il suo lavoro e la vignetta che ha donato al Concorso Lingua Madre per i 10 anni di attività. Partecipa al dibattito l’Ufficio Pastorale Migranti, Centro di ascolto e servizi per stranieri, e il Gruppo Donne.

Lunedì 18 maggio – ore 13.30
Premiazione X Concorso letterario nazionale Lingua Madre
Consegna i premi: Dragana Nikolic (vincitrice 2014)
Intervengono: Antonella Parigi, Cinzia Pecchio, Rolando Picchioni, Ernesto Ferrero, i sindaci delle città di residenza e le rappresentanze diplomatiche dei paesi d’origine delle vincitrici
Introduce: Daniela Finocchi
Letture: Laura Malaterra
Canzoni e musica: Marie Olga Sohantenaina (in arte Olga del Madagascar)
Rinfresco a cura delle e degli studenti di Piazza dei Mestieri.

Le autrici vincitrici, nello spirito di scambio e relazione promosso dal Concorso, si alterneranno sul palco accompagnate dai Sindaci delle città italiane di residenza e dalle rappresentanze diplomatiche dei Paesi d’origine che quest’anno sono: Perù, Bosnia Erzegovina, Repubblica Democratica del Congo, Serbia, Ucraina, Libano, Albania. Con loro le autrici straniere e italiane dei racconti selezionati per la pubblicazione nell’antologia Lingua Madre Duemilaquindici-Racconti di donne straniere in Italia (Edizioni Seb27) e delle fotografie selezionate per la mostra fotografica del Premio Speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Proiezioni: spot promozionale, video virale, “Dieci anni del Concorso Lingua Madre” e il video mostra fotografica Premio Speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Rinfresco a cura delle e degli studenti di Piazza dei Mestieri (Sala Arancio).
Con le canzoni e la musica di Olga del Madagascar (dal suo nuovo CD Ma nature).

SALONEOFF 2015

Giovedì 14 maggio – ore 17.30
…E la Donna rispose…
Biblioteca Civica Natalia Ginzburg – Via Cesare Lobroso 16 – Torino
Con: Adriana Ansaldi, Patrizia Ferrero, le classi  5 C Ginnasio – 1 C e 2 C Liceo del Liceo Classico V. Gioberti di Torino.

Un progetto che mette al centro la donna condotto dalle e dagli studenti del Liceo Gioberti di Torino. Tra le storie prese a ispirazione, anche i racconti delle antologie Lingua Madre – Racconti di donne straniere in Italia (Ed. SEB27). Il libro nasce dall’interesse di insegnanti e studenti a leggere ed analizzare situazioni che hanno avuto nel corso dei secoli la donna come protagonista e dalla volontà di rinnovare la didattica attraverso attività di scrittura creativa. Pagine di diario, lettere, articoli, poesie e testi di canzoni propongono immagini di donne del passato e del presente che inducono a differenti riflessioni sul ruolo che la donna ha avuto, ha e continuerà ad avere nel futuro.

Giovedì 14 maggio – ore 18.00
La Cina sono io
Libreria Bodoni – Via Carlo Alberto 41 G – Torino
Con: Xiaolu Guo, Federico Madaro.

La Cina che ripudia il passato e vuole un altro futuro. Una critica alla storia di ieri ma anche a quella presente, al di là degli stereotipi occidentali. Xiaolu Guo è scrittrice e regista e si presenta al pubblico italiano con il suo romanzo La Cina sono io (Metropoli d’Asia, 2014). In dialogo con lei, Federico Madaro – sinologo, Università di Torino – per condurci attraverso il racconto epico della recente storia cinese, con un’opera narrativa potente che attraversa tre decadi e tre Continenti, tra realtà e letteratura, tra storia e contemporaneità. Nata in un villaggio della Cina meridionale nel 1973, l’autrice ha scritto romanzi, poesie e saggi, in cinese e inglese, che sono stati tradotti in diverse lingue. Nel 2013 è stata inserita nel Granta’s Best of Young British Novelists. Come regista e sceneggiatrice ha realizzato vari documentari e film, tra cui Once Upon a Time Proletarian, presentato al festival di Venezia, e She, a Chinese, vincitore del Pardo d’Oro al festival di Locarno. Dal 2002 vive a Londra.

Venerdì 15 Maggio  ore 17
Carta da zucchero, la storia di una famiglia
La Deutsche Vita – Via Stampatori 10 – Torino
Con: Martina Mercurio, Luisa Ricaldone, Eva Taylor

La storia di una famiglia, della loro fuga all’Ovest poco prima della costruzione del muro di Berlino e degli anni a seguire. Una figlia racconta episodi e destini storici, con ripetuti cambi di prospettiva, sulle tracce della memoria personale. Questo e molto altro in Carta da zucchero (Fernandel Editore), con il quale Eva Taylor ha vinto il Premio Inedito Colline di Torino. L’autrice insegna all’Università di Bologna e fa parte della Compagnia delle Poete; ha partecipato al Concorso Lingua Madre. A introdurre l’incontro Martina Mercurio in dialogo con Luisa Ricaldone, dell’Università di Torino, Società Italiana delle Letterate e Gruppo di Studio del Concorso Lingua Madre.

Sabato 16 Maggio – ore 16.30
Incontro con Nadia Khiari e Chiara Sebastiani
Modera: Daniela Finocchi
Centro di Incontro – Corso Belgio 91 – Torino

Quale il futuro per la Tunisia? La rivoluzione è alle spalle? Dopo l’attentato di Parigi a Charlie Hebdo e il tragico attacco terroristico al Museo del Bardo di Tunisi, un dialogo aperto con i giovani studenti tunisini e due autrici d’eccezione. L’artista tunisina Nadia Khiari (Premio Satira 2014), autrice di Willis from Tunis, il gatto irriverente e graffiante che l’ha resa celebre in tutto il mondo, e Chiara Sebastiani, Università di Bologna, autrice di Una città. Una rivoluzione. Tunisia e la riconquista dello spazio pubblico (Luigi Pellegrini Editore). Conduce l’incontro Daniela Finocchi, ideatrice del Concorso Lingua Madre, destinato alle donne straniere residenti in Italia.

Sabato 16 Maggio – ore 18
La normalità negata
Libreria Setsu-bun – Via Cernaia 40/M – Torino
Con: Gordana Grubač, Martina Mercurio

Sullo sfondo delle guerre che negli anni ‘90 portarono alla dissoluzione della Repubblica Federale di Jugoslavia, Gordana Grubač narra realtà e immaginario di un mondo in trasformazione in La normalità negata (Besa Editrice). Stranieri, profughi, extracomunitari, l’identità delle/dei protagoniste/i sfugge alle definizioni, accettando la sfida della ricerca della felicità. Nella raccolta anche il racconto Come l’edera, con cui l’autrice nel 2009 si è classificata al terzo posto del IV Concorso letterario nazionale Lingua Madre. A condurre l’incontro Martina Mercurio.

Domenica 17 Maggio – ore 19
Donne che cucinano la vita
Teatro di San Pietro in Vincoli – Torino
Con: Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Francesca Netto/Natalia Sangiorgio LabPerm di Castaldo, riduzione teatrale e regia Laura Malaterra, canti e movimenti Domenico Castaldo.

Donne che cucinano la vita è il nuovo spettacolo teatrale tratto dai racconti del Concorso Lingua Madre. In scena desideri, relazione, ascolto, cibo, ma soprattutto speranza, felicità e amore. Un insieme di episodi, canti e balli che dimostrano come costruire sia sempre possibile, che il terreno, anche se sconosciuto, può essere addomesticato e rifiorire, portando con sé la meraviglia di profumi sempre diversi. Senza negare gli elementi drammatici dell’immigrazione, infatti, lo spettacolo presenta gli aspetti più emotivi, teneri e anche divertenti delle storie di donne straniere. Le attrici danno vita ad una vicenda che lega grandi e piccoli episodi di antiche memorie a una esistenza tutta da scoprire. Tra profumi, ricette, tradizioni, cibi attraversati dalla cura e dall’amore delle protagoniste e di tutte le donne.
Lo spettacolo sarà preceduta da un rinfresco, allestito nel suggestivo chiostro di San Pietro in Vincoli, per ricreare con il pubblico un momento reale di condivisione, gioia e convivialità.
Lo spettacolo è stato realizzato grazie al contributo della Consulta Femminile Regionale del Piemonte e – per la sceneggiatura – di Zonta Club Torino II.