Appuntamenti

Una rete d'iniziative silenziose

Scritto da Segreteria il 14 Febbraio 2012

Si estende fino a Lecce l’adesione all’iniziativa SPEGNI LA LUCE E ACCENDI IL PENSIEROScrivere il silenzio a lume di candela, lanciata dal Concorso Lingua Madre in collaborazione con l’Accademia del Silenzio in occasione di M’illumino di Meno 2012 del 17 febbraio, la giornata del risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica di Radio 2 Caterpillar. Laura Madonna Indellicati, autrice del Concorso Lingua Madre, dà appuntamento al 16 febbraio con un laboratorio di scrittura e lettura (ore 18 – Fondazione Palmieri, via dei Sotterranei – Lecce), rivolto a tutte/i coloro che sono interessati a indagare la dimensione del silenzio. Partecipate anche voi, organizzate gruppi nelle vostre città, paesi, associazioni!

Venerdì 17 febbraio il Concorso Lingua Madre l’Accademia del Silenzio aderiranno insieme a M’illumino di Meno, la giornata del risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica di Radio 2 Caterpillar, con l’iniziativa: SPEGNI LA LUCE E ACCENDI IL PENSIERO! Scrivere il silenzio a lume di candela. L’invito è quello di spegnere le luci e i dispositivi elettronici non indispensabili e scrivere, a lume di candela, proposte, pensieri, brevi racconti a sostegno di una gestione più “illuminata” del nostro futuro, declinata al femminile.  Il richiamo al “silenzio” prende spunto dalla nascita dell’Accademia del Silenzio (idea di Duccio Demetrio e Nicoletta Polla Mattiot) cui partecipa anche il Concorso Lingua Madre nel comitato promotore. Per sperimentare un linguaggio delle pause, del giusto tono, dell’alternanza di ascolto e comunicazione, come strumento di dialogo e comprensione reciproca, e come percorso di relazione. Un foglio, una biro o una matita e una candela: non serve altro per fare una dedica. Tutti i racconti scritti il 17 febbraio 2012 potranno essere inviati a info@concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu: verranno pubblicati sul sito del Concorso e su quello di Accademia del Silenzio e sulle rispettive pagine Facebook.