Appuntamenti

La Premiazione delle vincitrici SalTo21

Scritto da Segreteria il 20 Ottobre 2021

La Premiazione delle vincitrici del XVI Concorso letterario nazionale Lingua Madre ha chiuso i giorni di incontri, dibattiti, presentazioni a cura del CLM che hanno animato l’Arena Piemonte durante il XXXIII Salone internazionale del Libro di Torino. Tanti e diversi i temi affrontati dalle/dai relatrici/tori che hanno partecipato agli eventi del Concorso: dalle molteplici implicazioni della lingua italiana, anche e soprattutto per le donne migranti, ai tanti immaginari attraverso cui si arricchisce la relazione cibo-donne, alle presentazioni di libri per sognare, immaginare mondi possibili e per crescere, tra storie, filastrocche, cronache e racconti.

Una giornata di festa, quella della Premiazione, che quest’anno ha coinciso con la presentazione della nuova antologia Lingua Madre Duemilaventuno. Racconti di donne straniere in Italia (Edizioni SEB27): tanti sorrisi e attimi di commozione hanno accompagnato le autrici sul palco insieme alle rappresentanze diplomatiche dei paesi di origine e i sindaci delle città di residenza in Italia.

Hanno inoltre partecipato alla cerimonia l’Assessora alla Cultura, al Turismo e al Commercio della Regione Piemonte Vittoria Poggio, Giulio Biino, Presidente della Fondazione Circolo dei lettori, Nicola Lagioia, Direttore editoriale del Salone Internazionale del Libro di Torino. A condurre l’incontro Daniela Finocchi, ideatrice del Concorso, mentre la madrina dell’evento è stata Yeniffer Lilibell Aliaga Chávez, vincitrice della XV edizione.

Un’Arena Piemonte stracolma e partecipativa ha accolto sul palco le autrici del Concorso, man mano che il loro nome veniva annunciato.

La prima a salire è stata Manijeh Moshtagh Khorasani, dell’Iran (Premio Speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, destinato alle fotografie), accompagnata da Silvio Salvo, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Vera Lúcia de Oliveira (Brasile), vincitrice del Premio Speciale Giuria Popolare è stata accompagnata sul palco da Eduardo Dos Santos, Console Generale del Brasile a Milano.
Poi, è stato il turno di Rajae El Jamaoui (Marocco), Premio Speciale Torino Film Festival, insieme a Stefano Francia di Celle, Direttore del Torino Film Festival.
A seguire, Elizabeta Miteva della Macedonia (Premio Slow Food-Terra Madre) con Abderrahmane Amajou, coordinatore tema migranti Slow Food Internazionale, e con Pier Augusto Ceretti, sindaco di Cessole.
E ancora, Lorena Carbonara (Premio Sezione Speciale Donne Italiane), accompagnata da Vittoria Poggio, Assessora alla Cultura, Turismo e al Commercio Regione Piemonte.
In conclusione, le prime tre classificate: Noreen Nasir (Pakistan), vincitrice del Terzo Premio, insieme a Francesca Leon, Assessora alla Cultura del Comune di Torino; Lala Hu (Cina), Secondo Premio, con Chen Ming, Presidente Associazione Nuova Generazione Italo-Cinese di Torino; Natalia Marraffini (Argentina) che si è aggiudicata il Primo Premio ed è stata accompagnata sul palco da Anna Garbero, Biblioteche Civiche Torinesi, e Paolo Brivio, Sindaco del Comune di Osnago.

Un capitolo di una storia unica eppure universale, in cui tutte e tutti si possono riconoscere, una storia che non accenna a concludersi. Il nuovo bando infatti è in corso e rimarrà aperto fino al 15 dicembre 2021, mentre i racconti delle autrici continuano nelle pagine dell’antologia Lingua Madre Duemilaventuno. Racconti di donne straniere in Italia e nei tantissimi appuntamenti, progetti, iniziative che coinvolgono il Concorso Lingua Madre durante tutto l’anno e su tutto il territorio nazionale.

Le foto della Premiazione sono a cura dei fotografi Carlo CretellaLudovico Giacobbe e Riccado Musacchio, del Salone Internazionale del Libro. Le trovate tutte qui di seguito.