Appuntamenti

Modalità di governance al femminile Il CLM a Expoelette 2016

Scritto da Segreteria il 01 Luglio 2016

CE9A8497

Giovedì 30 giugno il Concorso Lingua Madre ha preso parte al seminario: Cultura: Esiste un modello di governance al femminile? nell’ambito di Expoelette 2016, il primo Forum internazionale delle donne al governo della politica e dell’economia che avrà luogo fino al 2 luglio nella splendida cornice del Castello di San Giorgio Canavese! Ha coordinato l’incontro Daniela Finocchi, ideatrice e responsabile del Concorso Lingua Madre e parte del comitato promotore di Expoelette 2016. Sono intervenute: Daniela Formento, Presidente della Fondazione Castello di Rivoli; Maria Cristina Gribaudi, Presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia; Antonella Parigi, Assessora alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte; Paola Zini, Presidente del Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale.
L’iniziativa è stata inoltre occasione per definire i contenuti della “Carta di Expoelette” – cui ha partecipato anche Daniela Finocchi – finalizzata a rendere sempre più forte e riconoscibile la voce delle donne elette nelle istituzioni e costruire una proficua alleanza con quelle impegnate nell’economia e nella società civile.

Scarica il programma completo
Scarica l’intervento di Daniela Finocchi
Scarica le note di Daniela Finocchi per la Carte di ExpoElette

Leggi di seguito gli approfondimenti e guarda le fotografie a cura del Concorso e di Agnese Vigorelli

Cultura: esiste un modello di governance al femminile?”. Questa la domanda che ha animato il dibattito di ieri, condotto da Daniela Finocchi. Da qui sono partite le diverse riflessioni delle rappresentanti di governance culturale al femminile presenti al confronto, da cui è emerso un presupposto che ha fatto da filo conduttore del discorso: più che un modello di governance al femminile, esiste una modalità, che non è quella piramidale e verticistica, in cui le donne non si riconoscono e che ha, in parte contribuito a escluderle per tanto tempo dalle dirigenze. E’ una modalità diversa, che si sta diffondendo, sta divenendo tessuto sociale.
Perché le donne non portano solo un grande lavoro (molti uomini sono meglio delle donne, si potrebbe giustamente dire), le donne portano la loro specificità.

Guarda le foto