Appuntamenti

Linguaggi del silenzio

Scritto da Segreteria il 14 Maggio 2011

Grande successo per Linguaggi del silenzio, il terzo appuntamento del Concorso Lingua Madre al Salone 2011, tenutosi sabato 14 maggio al Lingotto Oval. Ospiti Duccio Demetrio e Nicoletta Polla Mattiot, ideatori dell’Accademia del Silenzio, cui partecipa anche il Concorso nel comitato promotore. L’incontro – moderato da Daniela Finocchi – è stato occasione importante per esplorare e riflettere su un nuovo linguaggio, fatto di pause, di un giusto tono, dell’alternanza tra ascolto e comunicazione. Tramite i racconti delle protagoniste “senza voce”della migrazione, si è dunque discusso dell’importanza di ri-pensare il silenzio, ri-valutare i suoi significati, riscoprire il senso di questa necessità vitale. Metafora di una tela bianca ancora da riempire, territorio interrogante cui far visita, il silenzio – spiegano gli ideatori del progetto – è l’antidoto alla distrazione e all’ascolto superficiale, oltre che uno strumento di “palingenesi sociale”, elemento generativo, strumento conoscitivo e dialogico, territorio di infinite possibilità di espressione. Ed è così che la scrittura autobiografica – e lo dimostrano i racconti che ogni anno arrivano al Concorso – insieme alle altre pratiche che si avvalgono del silenzio come condizione contestuale ideale, si fanno spazi privilegiati di significazione e rappresentazione del sé interiore, ma al tempo stesso strumenti espressivi per rivalutare il dialogo e spostare la comunicazione sul piano della reciprocità.

Il Concorso Lingua Madre vi aspetta lunedì 16 maggio alle ore 12, sempre all’Oval, per la premiazione della VI edizione.

Guarda le foto dell’incontro