Antologie

Lingua Madre Duemilaquindici Racconti di donne straniere in Italia

Scritto da Segreteria il 23 Dicembre 2019

Aa. Vv.
Racconti di donne straniere in Italia
a cura di Daniela Finocchi
Edizioni SEB27
Pagine 344
ISBN 978-88-98670-11-6
«Dov’è la mia terra?», «Di chi è questa terra?», «Questa terra è anche mia?». Nei racconti della decima edizione del Concorso letterario nazionale “Lingua Madre” ritroviamo un invito ad abbandonare coordinate conosciute, levare le ancore e partire per riscoprirci diverse e diversi da come eravamo. Una figlia legge i segni visibili e invisibili che i percorsi delle sue madri, «donne fatte di mais e spighe di grano», hanno tracciato sulla sua pelle. Un’altra racconta del difficile rapporto con la sorella adottiva, in un gioco di rimandi tra identità aperte alle contaminazioni. Un’altra ancora narra le imprese epiche della donna favolosa che è possibile intravedere nelle macchie scure della luna d’Africa. Leggende, realtà, letteratura, vite che si fondono e confondono per portarci lontano. D’altronde ogni donna, con la sua unicità e con la sua irriducibile differenza, è un viaggio avvincente. Così come lo è la scrittura. In questa antologia ritroviamo paesaggi interni ed esterni di esploratrici della parola e della vita che non smettono mai di cercare, di andare avanti, di costruire reti e relazioni, per affermare ancora una volta che non c’è io senza Altra: nell’altra io affondo le mie radici, con l’altra io mi confronto e mi riconosco, grazie all’altra posso costruire dei rapporti di solidarietà e d’amore. All’altra, infine, posso affidare me stessa e le mie parole. In questo modo, la tela dei legami continua a essere tessuta insieme a quella delle storie, in un ordito di destini femminili. In questo modo, la tela dei legami continua a essere tessuta insieme a quella delle storie, in un ordito di destini femminili che si allacciano, si sovrappongono, si mescolano e condividono il mondo.