I ragazzi e le ragazze raccontano

Le lettere dell'IC Alighieri-Kennedy a Nambena Il CLM a Libriamoci a scuola 2018

Scritto da Segreteria il 29 Ottobre 2018

Davvero molto sentita la partecipazione agli eventi che il Concorso Lingua Madre ha organizzato per l’edizione 2018 di Libriamoci a scuola. Nella lettura dei racconti tratti dalle antologie Lingua Madre – Racconti di donne straniere in Italia (Edizioni SEB27) sono state coinvolte classi di ogni ordine e grado: dalla Scuola Primaria “A. Alloesio” di Priocca (CN) all’IISS Piera Cillario Ferrero di Alba.

Antonella Casassa è una delle docenti che ha partecipato all’iniziativa, lavorando con le/gli alunne/i dell’Istituto Comprensivo Alighieri-Kennedy di Torino, e così racconta la sua esperienza:

“Per l’attività di “Libramoci a scuola 2018” che si è svolta presso l’istituto Comprensivo Alighieri-Kennedy e che ha visto coinvolti nelle letture dei racconti di Lingua Madre bambini piccoli e piccolissimi (Scuola Primaria e dell’Infanzia) ci sono stati momenti di emozione e divertimento. Ne sono un piccolo esempio i mille colori utilizzati per i disegni.
Per i grandi (classi quinte di scuola Primaria) che hanno ascoltato la lettura del racconto “Due Infanzie per Nambena” una genuina testimonianza di vicinanza è data dalla lettera di un alunno della quinta D, Lorenzo: “Cara Nambena, sono Lorenzo, un ragazzino di dieci anni e vado all’Istituto Comprensivo Alighieri-Kennedy. Porto gli occhiali e sono uno scrittore nato: mi piace scrivere e crearmi le mie storie. Oggi in classe la mia maestra ci ha raccontato la tua storia e devo dire… che mi è piaciuta! Le tue due infanzie, il fatto che ti sei abituata all’Italia… gli scrittori cercano sempre di creare le migliori storie per sorprendere le persone, ma in realtà le migliori storie sono nella vita quotidiana.

Tu conosci la storia di Malala Yousafzai? In poche parole nel suo paese lei non poteva più andare a scuola, perché i talebani avevano deciso che potevano andare solo i maschi. E lei ha lottato per i diritti delle bambine e dei bambini poveri. Davvero una bella storia! Domande finali: Cosa pensi ora dell’Italia? E’ più bella Shakalama o dove ti trovi adesso? Pensi che sia giusto che potevano andare a scuola solo i bambini?”

La lettura ha talmente coinvolto la classe che tutte/i le/gli alunne/i dell’Istituto Comprensivo Alighieri-Kennedy hanno quindi voluto inviare una lettera all’autrice: parole spontanee ed emozionanti di cui ringraziamo anche la docente – senza l’aiuto della quale e il grande lavoro svolto non sarebbero stati raggiunti tali risultati – e che potete leggere qui:

Lettere delle alunne
Lettere degli alunni