Appuntamenti

Il Salone si avvicina: ecco il programma

Scritto da Segreteria il 29 Aprile 2010

IMGP1127
IMGP1126

 

 

 

 

 

E’ stato presentato oggi in conferenza stampa il XXIII Salone Internazionale del Libro di Torino. Tema di quest’anno la memoria.
Scarica il programma del V Concorso letterario nazionale Lingua Madre: ogni giorno sarà presente al Salone (Arena Piemonte – Pad. 3) con un appuntamento dedicato, per approfondire temi di attualità e rilevanza sociale quali le seconde generazioni, l’identità, il dialogo interculturale, i nuovi linguaggi, il valore aggiunto dei laboratori di scrittura e auto-narrazione.
Tutti gli altri appuntamenti di Lingua Madre sul sito del Circolo dei Lettori

Ecco il programma:

• Giovedì 13 maggio ore 12
Futura: la generazione multietnica seconda a nessuno
Nativi, migranti, i ragazzi che impropriamente vengono definiti “seconde generazioni” si trovano a vivere – non senza contraddizioni –  tra due mondi e due culture, quella d’origine e quella italiana. Senza rinunciare a nessuna delle due, rappresentano le avanguardie delle/i future/i cittadine/i italiane/i, esponenti di una generazione cosmopolita.
Un viaggio attraverso i racconti delle giovani autrici del Concorso Lingua Madre, di origine straniera o italiana, che rappresentano esempi significativi della nuova mappa sociale e culturale italiana, per ragionare insieme sul tema dell’identità quale incontro di più culture.

Con:
Ivan Biga, Cooperativa Sociale Emmanuele Onlus
Cecilia Cognigni, Biblioteche civiche Torino
Anna Ferrero, Centro Interculturale Città di Torino

Partecipano le autrici del Concorso Lingua Madre

Proiezione video: Ri-generazioni (seconde generazioni di immigrati) a cura di SteadyCam

Letture di Alice Drago

Musiche Group Badenya, Progetto “Giovani al Centro”

Introduce
Daniela Finocchi, ideatrice del Concorso letterario nazionale Lingua Madre

• Venerdì 14 maggio ore 11
Labora: imparare a narrare nell’esperienza dei laboratori
Dopo il successo degli incontri nelle carceri, nelle scuole, nelle biblioteche e nei musei il Concorso Lingua Madre propone l’occasione per dialogare insieme sul valore dell’esperienza dei laboratori di narrazione, che costituiscono un modo nuovo di raccontarsi.
Attraverso una diversa forma di narrazione intima e personale, infatti, stimolano a nuovi modi di conoscenza e aprono nuovi spazi di libertà. Un luogo aperto e flessibile dove si rafforzano i valori d’integrazione e di scambio culturale, perché proprio attraverso la relazione l’identità si afferma come valore positivo e non in modo preclusivo. Le docenti partecipano attivamente allo scambio culturale e questo profondo ragionare in rapporto ad altre donne segue il modello materno, che costituisce esempio di identità e di riferimento anche in culture e mondi assai lontani fra loro.

Con:
Cristina Bracchi, Società Italiana delle Letterate
Laura Criscuolo, Fondazione Torino Musei
Luisa Ricaldone, Università di Torino

Proiezione:
Video: un anno nei laboratori – l’esperienza nelle scuole, nei musei, nelle biblioteche attraverso video e foto

Letture di Alice Drago

Introduce
Daniela Finocchi, ideatrice del Concorso letterario nazionale Lingua Madre.

• Sabato 15 maggio ore 21
Senzavoce, senzaterra, soli
Spettacolo teatrale tratto dai racconti del Concorso Lingua Madre, messo in scena dalla Compagnia Fabula Rasa in collaborazione con Assemblea Teatro. Le donne migranti tracciano un disegno, colorato e trasparente, tra le storie di ieri, quasi dimenticate, e quelle di oggi. Tra diversità e similitudini. Le voci tratte dai racconti del Concorso Lingua Madre si fanno corpo e movimento, aprono su microcosmi, schegge di vita e sentimenti in cui possiamo rispecchiarci.
Ci presentano donne sospese tra la concretezza del bisogno e la forza dell’immaginazione senza cui non ci sarebbe nessun volo, disperato o felice, attraverso un piccolo lembo di mare o nei cieli dei diversi continenti.
Conosciamo queste donne. Le incontriamo negli occhi, nei visi, nei colori e negli odori di chi ci passa accanto per strada, lavora, lotta per vivere come noi, sogna come noi. Contro il silenzio assordante, l’assuefazione alle notizie di sbarchi e morti, la cecità frettolosa, lo spettacolo è un invito all’ascolto reciproco e alla condivisione sempre possibili quando due esseri umani si pongono l’uno di fronte all’altro senza pregiudizi, con curiosità e rispetto. Siamo tutti in volo tra il presente e il domani. Siamo tutti migranti.
Con:
Beppe Gromi, regista Compagnia Fabula Rasa
Patrizia Nicola, autrice teatrale
Renzo Sicco, Assemblea Teatro

In scena
Sonia Aimiuwu, Francesca Carnevali, Veronique Esteve, Laura Malaterra, Esther Ruggiero
Scenografia: Don Juan
Coreografia: Antonella Usai
Musica dal vivo: fisarmonica Roberto Agagliate, chitarra Laura Malaterra
Regia: Beppe Gromi

Introduce
Daniela Finocchi, ideatrice del Concorso letterario nazionale Lingua Madre.

• Lunedì 17 maggio ore 12
Premiazione V Concorso letterario nazionale Lingua Madre.
Consegnerà i premi Alketa Kosova, vincitrice IV Concorso Lingua Madre
Presenti le autorità e le rappresentanze diplomatiche dei paesi d’origine delle vincitrici.

Letture animate di Francesca Carnevali

Proiezioni:
–  video “Lingua Madre Duemilanove”, un anno di racconti, presentazioni, interviste, incontri attraverso l’Italia (idd.produzioni)

–  Booktrailer “Lingua Madre – Racconti di donne straniere in Italia” (idd.produzioni)

– spot promozionale (APD Torino)

Partecipano alla premiazione
Michele Coppola, Assessore Regionale alla Cultura
Giovanna Quaglia, Assessore Regionale alle Pari Opportunità
Sabrina Gambino, Presidente della Commissione Regionale Pari Opportunità 

Introducono
Ernesto Ferrero, direttore editoriale Salone Internazionale del Libro di Torino
Daniela Finocchi, ideatrice del Concorso letterario nazionale Lingua Madre