Appuntamenti

Il Concorso a "M'illumino di meno"

Scritto da Segreteria il 16 Febbraio 2009

millumino20091
M’ILLUMINO DI MENO 2009
Giornata del Risparmio Energetico

SPEGNI LA LUCE E ACCENDI IL PENSIERO
Scrivere a Madre Terra a lume di candela
13 febbraio 2009

 

Per il quinto anno consecutivo Caterpillar, trasmissione radiofonica di RAI 2, ha lanciato M’illumino di meno, la grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico. L’invito rivolto a tutti era quello di spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili il 13 febbraio 2009 dalle ore 18.
Il Concorso letterario nazionale Lingua Madre ha aderito all’iniziativa con
SPEGNI LA LUCE E ACCENDI IL PENSIERO – Scrivere a Madre Terra a lume di candela
Il 13 febbraio nella sede organizzativa del Concorso e in tutte quelle collegate, dalle ore 18 si sono spente le luci e i computer, si sono accese le candele e si sono scritti pensieri dedicati al nostro pianeta sofferente. Lo stesso sono state invitate a fare tutte le autrici delle quattro edizioni del concorso, associazioni ed enti che collaborano al progetto, ritrovandosi in sede o direttamente dalle proprie case e dai propri uffici.

 

 

 

Per riscoprire la scrittura, non solo come pensiero ma anche come atto manuale. Un’occasione per (ri)prendere in mano la stilografica, una semplice matita o una biro e fermarsi a pensare per qualche istante alla Terra. Un foglio, una penna, una candela: non serve altro per fare una dedica.
Il tema ben si inseriva nello spirito del Concorso Lingua Madre che vuole non solo dare voce a chi abitualmente non ce l’ha – cioè gli stranieri e, in particolare, le donne – ma sensibilizzare all’intreccio culturale, che è prima di tutto intreccio relazionale.
La differenza di genere, altro fondamentale presupposto che caratterizza il Concorso, è fondamentale nella concezione di un rapporto diverso e più compatibile con la terra e la natura. Molti gli esempi cui si può fare riferimento, sino all’ecofemminismo cioè il movimento attivista e accademico che individua (e studia) uno stretto rapporto tra la dominazione della natura e lo sfruttamento delle donne.
Non a caso il Concorso Lingua Madre, tra le tante collaborazioni avviate negli anni, conta anche quella con Slow Food e Terra Madre, impegnate nella difesa della biodiversità e dei diritti dei popoli alla sovranità alimentare, cui è stato dedicato un premio speciale.
Dedicato a Madre Terra da tutte le madri, le sorelle, le figlie del mondo.