Appuntamenti

I prossimi appuntamenti

Scritto da Segreteria il 30 Maggio 2011

Nuovi  eventi e occasioni d’incontro coinvolgeranno a breve il Concorso Lingua Madre.
Si rinnova a Cremona, nel primo weekend di giugno 2011, l’appuntamento con Le Corde dell’Anima – Festival di letteratura e musica. Nel segno della parola scritta, cantata e musicata, è nata la collaborazione del Festival con il Concorso Lingua Madre: un’affinità elettiva di intenti e atmosfere, per dimostrare una volta di più, come la scrittura sia il luogo privilegiato dell’incontro tra esperienze diverse, un’occasione speciale di conoscenza reciproca. Ospiti dell’incontro tre autrici del Concorso: la Prima Classificata Guergana Radeva (Bulgaria), la vincitrice del Premio Speciale Slow Food Terra Madre Tetyana Gordiyenko (Ucraina) e la vincitrice del Premio Speciale Torino Film Festival Alexandra Petrova (Russia). Il 5 giugno alle ore 14.30 le parole delle vincitrici del Concorso Lingua Madre si intrecceranno alle “corde” e alle trame musicali del fisarmonicista russo Vladimir Denissenkov in un reading che avrà luogo nella splendida cornice del Cortile Federico II. L’obiettivo è quello di promuovere l’incontro attraverso l’unione di musica e letteratura e rileggere con un’altra consapevolezza la dimensione della conoscenza e del confronto fra identità culturali.

Continuano inoltre gli appuntamenti promossi dall’Accademia del silenzio, progetto nato da un’idea di Duccio Demetrio e Nicoletta Polla Mattiot, cui partecipa anche il Concorso Lingua Madre nel comitato promotore.
Il 10 e l’11 giugno il Concorso sarà ospite al Simposio scientifico che si terrà ad Anghiari (Ar) con Cristina Bracchi e l’intervento Il simbolico silente: nel linguaggio e nella relazione fra donne straniere e italiane. Percorsi che, attraverso i racconti delle antologie Lingua Madre, svelano il simbolico esistente nel linguaggio e nella relazione fra donne straniere e italiane. La presa di coscienza e di parola, la ricostruzione del sé, il riconoscimento della dipendenza dalla madre, che seguono la “forza irrinunciabile del desiderio” verso un reale e reciproco riconoscimento.

Scarica la locandina
Scarica il programma
Scarica la scheda d’iscrizione