Appuntamenti

Gli appuntamenti di dicembre 2015

Scritto da Segreteria il 26 Novembre 2015

14717fe1-c2f6-4686-9789-7ba819863e091 dicembre 2015 – ore 16
AL POSTO GIUSTO
Senza discriminazioni. Rosa Parks – 60 anni dopo
Piazza Castello – Linea Tram 7 – Torino
In collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi.
Con la partecipazione di: Maria Abbebu Viarengo, Sumaia S.Y. Abdirashid, Olga Sohantenaina, Jacqueline Tema, Daniela Finocchi, Serena Blasi

cde437d2-63f7-41a8-a117-55f5280b3eea2 dicembre 2015 – ore 17
(PRO)FUGHE AMBIENTALI, CIBO E ARTE
Cibo, cura, cambiamento nei racconti del Concorso Lingua Madre
Università di Torino
Con Daniela Fargione – docente Università di Torino e componente del gruppo studio del Concorso Lingua Madre – e Daniela Finocchi

Donne3e5dic3 dicembre 2015 – ore 20.45
DONNE CHE CUCINANO LA VITA
spettacolo liberamente tratto dai racconti del Concorso Lingua Madre
Di Daniela Finocchi e Laura Malaterra; riduzione teatrale e regia  Laura Malaterra; canti e movimenti  Domenico Castaldo.
Con le attrici del LabPerm Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Francesca Netto/Natalia Sangiorgio.

8a15d8cb-aef9-4d6f-9470-5bdbab83726a4 dicembre 2015 – ore 14
PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI
L’alterità che ci abita. Donne migranti e percorsi di cambiamento
Intervengono Zong Beilei, Enisa Bukvic, Laura Grimaldi, Nseki Aline Kabwiku, Stephanie Kunzemann, Dragana Nikolic, Rahma Nur, Helene Paraskeva, Nadejda Plamadeala, Maeve Rodgers, Sarah Zuhra Lukanic
Coordinano Tiziana Colusso e Claudiléia Lemes Dias

bb8707d9-4da4-4557-9f18-7d50318d6cc25 dicembre 2015 – ore 21
DONNE CHE CUCINANO LA VITA
Teatro Magnetto di Almese – via Avigliana 17
Replica dello spettacolo teatrale liberamente tratto dai racconti del Concorso Lingua Madre nell’ambito di Camaleontika.
Con le attrici del LabPermGinevra Giachetti, Marta Laneri, Francesca Netto/Natalia Sangiorgio.

cde437d2-63f7-41a8-a117-55f5280b3eea7 dicembre 2015 – ore 17
(PRO)FUGHE AMBIENTALI, CIBO E ARTE
Mediazione, conflitti, parole di donne migranti
Università di Torino
Con Daniela Fargione – docente Università di Torino e componente del gruppo studio del Concorso Lingua Madre – e Paola Marchi

a5d1e89c-0695-46d2-a84c-1cec183b078610 dicembre 2015
GIORNATA MONDIALE PER I DIRITTI UMANI
In occasione della Giornata Mondiale per i Diritti Umani, il Concorso Lingua Madre invita tutte le donne a scrivere, condividere, confrontarsi sul tema. Si può partecipare, nell’arco dell’intera giornata, mandando fotografie e racconti inediti all’indirizzo info@concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu

Untitled13 dicembre 2015 dalle ore 10
IX GIORNATA NAZIONALE DELLA
RETE ITALIANA DI CULTURA POPOLARE

Le mille e una… cultura popolare!
Filastrocche, canzoni, credenze dal mondo
Il Concorso Lingua Madre invita tutte le donne – straniere e italiane – a condividere on-line filastrocche, fiabe, racconti, canti e credenze popolari: dalle ore 10 e per l’intera giornata, su www.concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu, sulla pagina Facebook del Concorso Lingua Madre e su Twitter (con l’hastag #iospaccioculturaconCLM).

677219df-9dd4-4d5f-b337-8867e57dc53518 dicembre 2015
GIORNATA INTERNAZIONALE PER I DIRITTI DELLE/DEI MIGRANTI
Nuovo invito per tutte le donne – italiane e straniere – a scrivere, condividere, confrontarsi per la Giornata Mondiale per i Diritti delle/dei Migranti mandando fotografie e racconti inediti all’indirizzo info@concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu.

Leggi di seguito gli approfondimenti

1 dicembre 2015 – ore 16
AL POSTO GIUSTO
Senza discriminazioni. Rosa Parks – 60 anni dopo
Piazza Castello – Linea Tram 7 – Torino
A Torino, nel pomeriggio di martedì primo dicembre un bus speciale percorrerà tra le 16 e le 19 il tragitto della Linea storica 7 con partenza da Piazza Castello: a bordo, si alterneranno le letture di racconti tratti dalle antologie del Concorso Lingua Madre.
L’iniziativa è svolta in collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi.
Con la partecipazione di: Maria Abbebu Viarengo, Sumaia S.Y. Abdirashid, Olga Sohantenaina, Jacqueline Tema, Daniela Finocchi, Serena Blasi
info: www.beniculturali.it/rosaparks – #alpostogiusto
Promosso da MiBACT, MIUR, UNAR e ANCI
Saranno dunque gli autobus al centro dell’iniziativa #AlPostoGiusto con cui il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ricorda i 60 anni dal ‘no’ di Rosa Parks su di un autobus dell’Alabama, che cambiò per sempre la storia dei diritti civili.
Tra il 1 e il 6 dicembre molte città italiane saranno attraversate da autobus e tram dedicati che sul display avranno ben visibile la scritta ‘60 Rosa Parks’. Alcuni di questi ospiteranno al loro interno artisti, attori, scrittori stranieri, migranti di prima o di seconda generazione che parleranno di discriminazione e racconteranno ai passeggeri la figura di Rosa Parks. I dettagli della campagna sono disponibili e in continuo aggiornamento sul sito www.beniculturali.it/rosaparks. 

2 dicembre 2015 – ore 17
(PRO)FUGHE AMBIENTALI, CIBO E ARTE
Cibo, cura, cambiamento nei racconti del Concorso Lingua Madre
Università di Torino
Nell’ambito deI laboratorio (Pro)fughe ambientali, cibo e arte promosso da Daniela Fargione – docente di Lingua e Letterature anglo-americane dell’Università di Torino e componente del gruppo di studio del Concorso – Daniela Finocchi incontrerà le/gli studenti per parlare delle connessioni tra cibo, scrittura, cambiamenti climatici e migrazioni, attraverso i racconti e le storie delle autrici del Concorso Lingua Madre.
A partire da una riflessione sulle migrazioni (sia volontarie, sia forzate dai cambiamenti climatici), il fulcro delle investigazioni sarà il cibo come testo, analizzato da un punto di vista ecocritico.

3 dicembre 2015 – ore 20.45
DONNE CHE CUCINANO LA VITA
spettacolo liberamente tratto dai racconti del Concorso Lingua Madre
San Pietro in Vincoli Zona Teatro – via San Pietro in Vincoli 28 – Torino
Tre donne s’incontrano ed iniziano a raccontare ognuna la propria storia, contemporaneamente. Un bisbiglio di parole e lingue diverse si intreccia, riempiendo il silenzio del teatro. Poi, lentamente, si trasforma in una canzone che una donna intona, si affievoliscono le parole e il canto coinvolge tutte. Sarà lo sferragliare di un tram a fare da sottofondo al dialogo tra donne, il viaggio sarà breve ma i racconti del Concorso Lingua Madre si amalgamano con la farina per impastare il pane e il profumo del caffè bollente… Le attrici in scena danno vita ad una vicenda che lega grandi e piccoli episodi di antiche memorie a una esistenza tutta da scoprire. Lo spettacolo è pensato per mostrare – senza dimenticare le difficoltà – le gioie e le speranze di un cammino che oggi vediamo in Italia, ma che ha riguardato, riguarda o riguarderà ogni Paese del mondo. Ogni posto può essere punto di partenza o di arrivo.
Di Daniela Finocchi e Laura Malaterra; riduzione teatrale e regia  Laura Malaterra; canti e movimenti  Domenico Castaldo.
Con le attrici del LabPerm Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Francesca Netto/Natalia Sangiorgio.
Scarica il comunicato
Scarica la locandina

4 dicembre 2015 – ore 14
PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI
L’alterità che ci abita. Donne migranti e percorsi di cambiamento
Palazzo dei Congressi dell’EUR – Sala Diamante – Roma
Nell’ambito della Fiera della Piccola e Media Editoria Più Libri Più Liberi, un incontro corale vedrà protagoniste le autrici del Concorso Lingua Madre per raccontare l’alterità che ci abita e l’inesorabile sguardo dell’altra/o a cui siamo esposti sin dalla nascita, aspetto fondante del nostro essere nel mondo.
Il pensare delle donne e il loro sentire differentemente abbraccia il mondo, l’alterità che ci abita si sta tramutando in un patrimonio umano universale. Questa è la storia vivente che le migrazioni pongono tutti i giorni sotto i nostri occhi ed è qualcosa di unico e di nuovo.
Il Concorso letterario nazionale Lingua Madre, ideato da Daniela Finocchi, da dieci anni raccoglie e tesse relazioni partendo da narrazioni di donne che s’interrogano sul loro essere in quanto donne e sul loro essere in quanto migranti, e che nelle loro risposte, nelle loro narrazioni, non possono prescindere dalla necessità di guardare al valore della differenza e delle differenze.
Ecco dunque un incontro a più voci per confrontarsi e raccontare questo ordito di destini femminili che si allacciano, si sovrappongono, si mescolano e condividono il mondo.
Intervengono Zong Beilei, Enisa Bukvic, Laura Grimaldi, Nseki Aline Kabwiku, Stephanie Kunzemann, Dragana Nikolic, Rahma Nur, Helene Paraskeva, Nadejda Plamadeala, Maeve Rodgers, Sarah Zuhra Lukanic
Coordinano Tiziana Colusso e Claudiléia Lemes Dias
Scarica il comunicato

5 dicembre 2015 – ore 21
DONNE CHE CUCINANO LA VITA
Teatro Magnetto di Almese – via Avigliana 17
Replica dello spettacolo teatrale liberamente tratto dai racconti del Concorso Lingua Madre nell’ambito di Camaleontika: la rassegna teatrale realizzata grazie a Fondazione Piemonte Live, il Comune di Almese e curata dalle compagnie Fabula Rasa, Teatro Senza Confini e Mov Live.
Senza negare gli aspetti drammatici dell’immigrazione, lo spettacolo – realizzato con la riduzione teatrale e la regia di Laura Malaterra, i canti e movimenti di Domenico Castaldo –  intende presentare gli aspetti più emotivi, teneri e anche divertenti delle storie di donne migranti. Con le attrici del LabPermGinevra Giachetti, Marta Laneri, Francesca Netto/Natalia Sangiorgio.
La rassegna propone diversi spettacoli, dal cabaret al genere documentaristico, dai monologhi alle commedie e mantiene quell’attenzione per il diverso e per l’originalità con cui  si contraddistingue. Apre un confronto su argomenti sensibili per la popolazione. Il teatro diventa un mezzo per analizzare la realtà e per aprirsi a nuovi dialoghi grazie anche a elementi di intrattenimento leggero e comico.
Per maggiori informazioni: fabulamail@gmail.com

7 dicembre 2015 – ore 17
(PRO)FUGHE AMBIENTALI, CIBO E ARTE
Mediazione, conflitti, parole di donne migranti
Università di Torino
Nell’ambito del laboratorio (Pro)fughe ambientali, cibo e arte promosso da Daniela Fargione – docente di Lingua e Letterature anglo-americane dell’Università di Torino e componente del gruppo di studio del Concorso – Paola Marchi condividerà con le/gli studenti del corso l’esperienza maturata in vari contesti: dall’ambito della migrazione, a quello carcerario, ad altre realtà sociali con le quali è entrata in contatto durante l’esperienza di lavoro con il Concorso Lingua Madre e come Mediatrice Familiare e dei Conflitti Interpersonali.

10 dicembre 2015
GIORNATA MONDIALE PER I DIRITTI UMANI
In occasione della Giornata Mondiale per i Diritti Umani, il Concorso Lingua Madre invita tutte le donne a scrivere, condividere, confrontarsi sul tema. Si può partecipare, nell’arco dell’intera giornata, mandando fotografie e racconti inediti all’indirizzo info@concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu.
Le opere pervenute potranno concorrere all’XI° edizione del Concorso Lingua Madre e al Premio Speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (art. 11 del bando).
La Giornata Mondiale per i Diritti Umani è una celebrazione sovranazionale che avviene in tutto il mondo, tutti gli anni. La data è stata scelta per ricordare la proclamazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani, il 10 dicembre 1948.
La Dichiarazione dei Diritti Umani è un codice etico di importanza storica fondamentale: per la prima volta nella storia dell’umanità, infatti, veniva prodotto un documento che riguardava tutte le persone del mondo, senza distinzioni; per la prima volta veniva scritto che esistono diritti di cui ogni essere umano deve poter godere per la sola ragione di essere al mondo.

13 dicembre 2015 – dalle ore 10
IX GIORNATA NAZIONALE DELLA
RETE ITALIANA DI CULTURA POPOLARE
Le mille e una… cultura popolare! Filastrocche, canzoni, credenze dal mondo
Anche quest’anno il Concorso Lingua Madre aderisce alla  Giornata Nazionale della Rete Italiana di Cultura Popolare e  invita tutte le donne – straniere e italiane – a condividere on-line filastrocche, fiabe, racconti, canti e credenze popolari. I testi potranno essere condivisi, dalle ore 10 e per l’intera giornata, su www.concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu, sulla pagina Facebook del Concorso Lingua Madre e su Twitter (con l’hastag #iospaccioculturaconCLM).
Aspettiamo storie che ricordino una figura femminile di riferimento: nonne, madri, zie che abbiano saputo trasmettere  saperi, esperienze, memoria attraverso il racconto orale.
La Rete Italiana di Cultura Popolare è un’associazione di promozione sociale nata nel 2009 che ha per scopo la realizzazione di azioni socio-culturali volti alla valorizzazione e alla riproposizione delle culture popolari e dei rituali sociali, antichi e moderni. Negli ultimi tre anni, il progetto della Rete ha ricevuto un riconoscimento anche all’estero che ha permesso di creare il progetto ARIANNA. Euro Mediterranean Network for Culture and Heritage.

18 dicembre 2015
GIORNATA INTERNAZIONALE PER I DIRITTI DELLE/DEI MIGRANTI
Un nuovo invito a scrivere, condividere, confrontarsi per la Giornata Mondiale per i Diritti delle/dei Migranti.
Durante l’intera giornata, tutte le donne – italiane e straniere – potranno aderire mandando fotografie e racconti inediti all’indirizzo info@concorsolinguamadre2.nanosistemi.eu.
Le opere pervenute avranno la possibilità di partecipare all’XI° Concorso Lingua Madre e al Premio Speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (art. 11 del bando).
Proclamata nel 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la Giornata di celebrazione si svolge ogni anno il 18 dicembre per ricordare l’approvazione della Convenzione internazionale sulla protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie, firmata nel 1990.
La Convenzione, adottata il 18 dicembre 1990 ed entrata in vigore il 1° luglio 2003 (Risoluzione 45/158), si configura come il primo strumento internazionale di codificazione dei diritti umani dei lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie. Tra questi, il diritto alla vita, il diritto a non essere sottoposti a tortura o a trattamenti inumani e degradanti, il diritto di non essere tenuti in schiavitù, il diritto alla libertà di pensiero, coscienza e religione.
La Giornata ha come obiettivo quello di riconoscere il contributo che ogni giorno milioni di migranti nel mondo apportano alle economie dei paesi di accoglienza e di origine e si configura come un momento per sensibilizzare e diffondere le tematiche legate ai diritti umani delle/dei migranti e delle loro famiglie.