Appuntamenti

Donne che cucinano la vita Due date a dicembre

Scritto da Segreteria il 03 Dicembre 2015

Donne3e5dic

Giovedì 3 dicembre 2015, alle ore 20.45 a San Pietro in Vincoli (Zona Teatro, via San Pietro in Vincoli 28 – Torino) per la stagione teatrale promossa da Acti Teatri Indipendenti – Santa Cultura in Vincoli e sabato 5 dicembre 2015 ore 21 al Teatro Magnetto (via Avigliana 17 – Almese TO) – nell’ambito della Rassegna Teatrale Camaleontika – si terrà una doppia replica di Donne che cucinano la vita, lo spettacolo teatrale liberamente tratto dai racconti del Concorso letterario nazionale Lingua Madre, realizzato con Labperm di Domenico Castaldo, la riduzione teatrale e la regia di Laura Malaterra e grazie al contributo della Consulta Femminile del Consiglio Regionale del Piemonte e – per la sceneggiatura – di Zonta Club Torino II.
In scena, le attrici del LabPerm Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Francesca Netto e Natalia Sangiorgio.
Scarica il comunicato
Ascolta l’intervista andata in onda su Primaradio

Tre donne s’incontrano ed iniziano a raccontare ognuna la propria storia, contemporaneamente. Un bisbiglio di parole e lingue diverse si intreccia, riempiendo il silenzio del teatro. Poi, lentamente, si trasforma in una canzone che una donna intona, si affievoliscono le parole e il canto coinvolge tutte. Poi, lentamente, si trasforma in una canzone che una donna intona, si affievoliscono le parole e il canto coinvolge tutte.
Sarà lo sferragliare di un tram a fare da sottofondo al dialogo tra donne, il viaggio sarà breve ma i racconti si amalgamano con la farina per impastare il pane e il profumo del caffè bollente…
… Senza negare gli aspetti drammatici dell’immigrazione, lo spettacolo intende presentare gli aspetti più emotivi, teneri e, a volte, anche divertenti delle storie di donne migranti.
Le attrici in scena danno vita ad una vicenda che lega grandi e piccoli episodi di antiche memorie a una esistenza tutta da scoprire. Lo spettacolo è pensato per mostrare – senza dimenticare le difficoltà – le gioie e le speranze di un cammino che oggi vediamo in Italia, ma che ha riguardato, riguarda o riguarderà ogni Paese del mondo.