Salone Internazionale del Libro di Torino

18 maggio: premiazione del IV Concorso Lingua Madre

Scritto da Segreteria il 20 Maggio 2009

18_60
Grande affluenza all’Arena Piemonte per il più atteso fra gli appuntamenti riservati al Concorso: quello della premiazione delle vincitrici.
Dopo i discorsi introduttivi del Direttore Editoriale di Fiera del Libro Ernesto Ferrero, dell’Assessore alla Cultura Gianni Oliva, dell’Assessora alle Pari Opportunità Giuliana Manica e della Presidente della Commissione Pari Opportunità Sabrina Gambino, la parola è passata direttamente alle vincitrici, che si sono alternate sul palco accompagnate dai consoli e ambasciatori dei loro paesi.
Madrina d’eccezione Claudiléia Lemes Dias, vincitrice della passata edizione.
La premiazione è stata ulteriormente arricchita dalle letture animate degli incipit dei racconti curate dall’attrice Francesca Carnevali.
Guarda le foto della premiazione, realizzate da Gabriele Mariotti, nella galleria fotografica.

La prima a ritirare il premio, accompagnata dall’Ambasciatore Tomislav Vidosev, è stata Sarah Zuhra Lukanic (Croazia), che ha vinto il Premio Speciale Torino Film Festival, con il racconto “Fiocchi di neve”, storia di morti bianche che, per le sue immagini altamente poetiche, ben si adatta ad essere trasposta in una sceneggiatura.
A consegnarle il premio, Bruna Ponti del Torino Film Festival.
Poi, visibilmente commossa, è salita sul palco Lydia Keklikian, libanese di origini armene, che con il suo racconto “Tabboulè” si è aggiudicata il Premio Speciale Slow Food, consegnato da Silvia Ceriani, direttrice della rivista Slow Food.
Ruth Segitz (Germania) ha vinto il Premio Speciale Rotary Club Torino Mole Antonelliana, per il suo racconto “Kurt”, ispirato a tematiche di pace e di fratellanza fra i popoli. Ad accompagnarla sul palco la direttrice del Goethe Institute Jessica Kraatz Magri, il Presidente del Rotary Club Torino Mole Antonelliana Edoardo Brunetti e il Governatore del Distretto Rotary 2030, che, consegnandole il premio, hanno ricordato come i valori del Concorso sono gli stessi della Comunità Rotariana.

Il premio della Sezione Speciale Donne Italiane Raccontano è andato alla giovanissima Alessia Femiani, accompagnata sul palco dalla sua professoressa Cristina Bracchi,  che ha commosso tutta la giuria con il suo intenso racconto “La domanda di una bambina”.
Gordana Grubac, terza classificata, autrice di “Come l’edera”, poetico racconto sullo sdradicamento dalle proprie origini, è stata accompagnata dalla Console Generale serba Ivana Pejovic.
Marja Sabadini, seconda classificata e vincitrice – con oltre trecento voti – del premio Giuria Popolare, di origini vietnamite, è salita sul palco con la Console Onoraria del Vietnam Sandra Scagliotti. Si è commossa, Marja, parlando del suo racconto, “Il sogno di Marja”, e della sorella perduta Marlene, che ancora sta disperatamente cercando.
Alketa Kosova è la prima classificata. Albanese residente a Prato, accompagnata dalla Console Nausikaa Spahia, ha scritto “Fratello Sole, Sorella Luna”, bellissima e drammatica storia di prostituzione, dove la protagonista “riconosce gli uomini solo dalle mani”.

Leggi i racconti premiati nella sezione racconti vincitori.