Appuntamenti

Gli appuntamenti di marzo 2014

Scritto da Segreteria il 26 Febbraio 2014

Ecco il calendario degli appuntamenti di marzo:

2 marzo 2014, ore 19.00 – Roma
STRANE, STRANIERE
laboratorio due
Dall’India al Perù: storie di imprenditrici migranti a Roma
Con Sarah Zuhra Lukanic
Circolo degli Artisti – via Casilina Vecchia 42

5 marzo 2014, 0re 14  Trecate
INCONTRI A SCUOLA PER LA FESTA DELLA DONNA
Con Gül Ince e l’Assessore alla Cultura del Comune di Trecate Antonia Marchi
Scuola Secondaria di primo grado – Via Mezzano 41

5 marzo 2014, ore 16.00 – Venezia
IO NOI LE ALTRE
Donne portatrici di cambiamento tra Bosnia Erzegovina, Istria e Italia
Con Enisa Bukvic
Università Ca’ Foscari – Sala B, Ca’Bernardo

7 marzo 2014, dalle ore 11.00 – Torino
GIORNATA DELLA DONNA ALLE POSTE DI TORINO
LE DONNE LEGGONO LE DONNE – III EDIZIONE
Letture dai racconti del Concorso Lingua Madre, edizione dedicata al progetto WE-Women for Expo, la rete di donne per Nutrire il Pianeta.
Salone delle Poste Centrali – Via Alfieri 10

7 marzo 2014, 0re 17.00 – Torino
RITRATTI DI DONNE. IMMAGINI PER RIFLETTERE
Proiezione del corto cinematografico del Concorso Lingua Madre nell’ambito dell’evento promosso dalla Consulta Femminile del Comune di Torino, in collaborazione con Piemonte Movie Torino.
Palazzo Civico, Sala delle Colonne – Via Palazzo di Città 1

8 marzo 2014, ore 15.30 – Vicenza
DAL DIARIO DI UNA PICCOLA COMUNISTA
Con Michaela Sebokova
Palazzo delle Opere Sociali – Piazza Duomo 2

8 marzo 2014, ore 19.00 – San Maurizio Canavese (TO)
UN SALTO NELLA VITA
Con Brunella Pernigotti
Società Operaia Ceretta

11 marzo 2014, ore 18.00 – Verona
OTTOMARZO: Femminile, plurale
Con Gül Ince e il gruppo di narrazioni del centro interculturale delle donne del Comune di Verona, Casa di Ramia
LIBRERIA LIBRE!, Via Scrimiari 51/b

16 marzo 2014, ore 16.30 – Verona
FESTIVAL INFINITAMENTEViaggio nella vita: il cambiamento
DONNE MIGRANTI: PERCORSI DI CAMBIAMENTO, STRATEGIE DI LIBERTA’
Con Gül Ince e Paola Marchi
Museo Civico di Storia naturale – Lungadige Porta Vittoria 9

21 marzo 2014, ore 12.00 – Milano

L’EUROPA È PER LE DONNE – Incontri all’Ufficio d’Informazione del Parlamento Europeo
CHIAMARLO AMORE NON SI PUÒ23 autrici raccontano ai ragazzi e alle ragazze la violenza contro le donne
Con Rosa Tiziana Bruno, Fulvia Degli Innocenti, Chiara Segrè e Daniela Finocchi
Palazzo delle Stelline – via Magenta 59

2 marzo 2014, ore 19.00 – Roma
STRANE, STRANIERE – laboratorio due
Dall’India al Perù: storie di imprenditrici migranti a Roma

Secondo appuntamento con il laboratorio performance promosso dal progetto Strane Straniere, nato per dar voce alle imprenditrici immigrate attive nella capitale, cui coordinatrice e responsabile della comunicazione è l’autrice del Concorso Lingua Madre Sarah Zuhra Lukanic. Altre cinque protagoniste di questa realtà poco nota all’opinione pubblica incontreranno i cittadini per uno scambio di storie ed esperienze che infranga qualche stereotipo e arricchisca l’immaginario sulla donna migrante. Modera l’incontro Luca Telese.
Circolo degli Artisti – via Casilina Vecchia 42
Scarica la locandina

5 marzo 2014, 0re 14  Trecate
INCONTRI A SCUOLA PER LA FESTA DELLA DONNA
La vincitrice della VIII edizione del Concorso Lingua Madre Gül Ince e l’Assessore alla Cultura del Comune di Trecate Antonia Marchi incontrano gli e le studenti della scuola per riflettere insieme in occasione della Giornata della Donna.
Scuola Secondaria di primo grado – Via Mezzano 41

5 marzo 2014, ore 16.00 – Venezia
IO NOI LE ALTRE
Donne portatrici di cambiamento tra Bosnia Erzegovina, Istria e Italia
Presentazione del libro dell’autrice del Concorso Lingua Madre Enisa Bukvic IO NOI LE ALTRE (Infinito edizioni, 2012). Saluti: Susanna Regazzoni, Archivio Scritture Scrittrici Migranti; intervengono: Maria Teresa Sega, Presidente Associazione rEsistenze, Silvia Camilotti, Archivio Scritture Scrittrici Migranti, l’autrice.
Università Ca’ Foscari – Sala B, Ca’Bernardo
Scarica la locandina

7 marzo 2014, dalle ore 11.00 – Torino
GIORNATA DELLA DONNA ALLE POSTE DI TORINO
LE DONNE LEGGONO LE DONNE – III EDIZIONE
Per il terzo anno Poste Italiane e Concorso Lingua Madre propongono l’evento “Le donne leggono le donne”, che si terrà venerdì 7 marzo, a partire dalle ore 11 e per tutta la giornata, nel salone dell’ufficio postale di Torino Centro, in via Alfieri 10: protagonisti i racconti inviati al Concorso. Un alternarsi di narrazioni, immaginari e vissuti declinati quest’anno sul tema del cibo. L’edizione di quest’anno è dedicata al progetto WE-Women for Expo, la rete di donne per Nutrire il Pianeta. Ricette, aneddoti, profumi e sapori da tutte le donne del mondo, raccontate nei luoghi della quotidianità urbana.
Salone delle Poste Centrali – Via Alfieri 10
Scarica la locandina
Scarica il comunicato stampa

7 marzo 2014, 0re 17.00 Torino
RITRATTI DI DONNE. IMMAGINI PER RIFLETTERE
ATTUALI CONFLITTUALITA’ NEL MONDO DEL FEMMINILE COLTE CON ATTENZIONE E SENSIBILITA’ DA FILM MAKERS
Tra le diverse proiezioni a tematica femminile selezionate per l’evento promosso dalla ConsultaFemminile Comunale in occasione della Giornata Internazionale della Donna, anche il corto cinematografico delle antologie del Concorso Lingua Madre.
Palazzo Civico, Sala delle ColonneVia Palazzo di Città 1
Scarica l’invito

8 marzo 2014, ore 15.30 – Vicenza

DAL DIARIO DI UNA PICCOLA COMUNISTA
Presentazione del libro Dal diario di una piccola comunista (Ed. Besa 2013) della vincitrice del premio speciale Slow Food-Terra Madre del Concorso Lingua Madre 2012 Michaela Sebokova, nell’ambito dell’iniziativa organizzata nella Giornata della Donna dall’Associazione Orizzonti Comuni. In dialogo con l’autrice, la scrittrice Valeria Mancini. Interventi musicali del coro di donne migranti “Il Sogno”.
Palazzo delle Opere Sociali – Piazza Duomo 2
Scarica la locandina

8 marzo 2014, ore 19.00 – San Maurizio Canavese (TO)
UN SALTO NELLA VITA
Proiezione del cortometraggio Un salto nella vita dell’autrice del Concorso Lingua Madre Brunella Pernigotti, il racconto autobiografico di una storia di violenza familiare realmente accaduta con la regia di Luigi Mezzacappa.
Società Operaia Ceretta

11 marzo 2014, ore 18.00 – Verona
OTTOMARZO: Femminile, plurale
Incontro con la vincitrice della VIII edizione del Concorso Lingua Madre Gül Ince , in dialogo con il gruppo di narrazioni del centro interculturale delle donne del Comune di Verona, Casa di Ramia
LIBRERIA LIBRE!, Via Scrimiari 51/b

16 marzo 2014, ore 16.30 – Verona
FESTIVAL INFINITAMENTEViaggio nella vita: il cambiamento
DONNE MIGRANTI: PERCORSI DI CAMBIAMENTO, STRATEGIE DI LIBERTA’
Nell’ambito della kermesse veronese dedicata alle scienze e alle arti, in programma quest’anno dal 10 al 16 marzo, incontro con la vincitrice della VIII edizione del Concorso Lingua Madre Gül Ince. Introduce Paola Marchi.
Museo Civico di Storia naturale – Lungadige Porta Vittoria 9

21 marzo 2014, ore 12.00 – Milano
L’EUROPA È PER LE DONNE – Incontri al Parlamento Europeo
CHIAMARLO AMORE NON SI PUÒ
In occasione del programma di eventi promossi dall’Ufficio d’Informazione del Parlamento Europeo a Milano nel mese di marzo, presentazione del libro Chiamarlo amore non si può – 23 autrici raccontano ai ragazzi e alle ragazze la violenza contro le donne. Intervengono le scrittrici: Rosa Tiziana Bruno, Fulvia Degli Innocenti, Chiara Segrè e Daniela Finocchi (autrice della postfazione).
Palazzo delle Stelline – via Magenta 59
Scarica la locandina
Scarica il comunicato
Scarica il programma dell’intera iniziativa

Un mese ricco di appuntamenti per il Concorso Lingua Madre, che inizieranno da Roma: domenica 2 marzo si terrà il secondo laboratorio performance promosso da Strane, Straniere, il progetto realizzato con il contributo della Provincia di Roma, che dà voce alle imprenditrici immigrate attive nella capitale, cui coordinatrice e responsabile della comunicazione è l’autrice del Concorso Lingua Madre Sarah Zuhra Lukanic. Alle 19, al Circolo degli Artisti, altre cinque protagoniste di questa realtà poco nota all’opinione pubblica incontreranno i cittadini per uno scambio di storie ed esperienze che infranga qualche stereotipo e arricchisca l’immaginario sulla donna migrante. A moderare l’incontro il giornalista Luca Telese. Eterogeneo – per aree geografiche di provenienza e attività intraprese – il gruppo di Strane Straniere che salirà sul palco. La più giovane è l’iraniana Neda Mokthari, 30 anni, titolare con una socia italiana, di Concept Image (a Testaccio), centro di bellezza, importato da Manhattan, che cura l’immagine a 360 gradi, dall’hammam alla boutique di abiti. Dedita alla sartoria anche Margarita Perea Sanchez – colombiana – che da otto anni ha aperto la sua “Clinica dei vestiti” nel quartiere di San Giovanni. Dalla Nigeria viene invece Gloria Roberts, 35 anni, proprietaria di una tipografia tra la Casilina e Tor Bella Monaca. Per gli amanti della buona cucina sarà presente la chef Elsa Javier, che gestisce con il marito italiano un catering peruviano in omaggio al proprio paese d’origine. Infine, la dottoressa Ayurveda Daisy Chacko, che ha ricreato un angolo d’India in Prati a due passi dal centro storico. Nel suo studio oltre a massaggi e sedute di meditazione, corsi di medicina ayurveda per studenti da tutta Italia. Durante la serata, i partecipanti, che avranno la possibilità di consumare l’aperitivo, ascolteranno la musicista bengalese Sushimita Sultana e vedranno in mostra le opere di diverse artiste internazionali. Presenti le autorità diplomatiche di alcuni dei Paesi d’origine delle protagoniste dell’evento.
Il 5 marzo, poi, ci si sposta a Venezia, all’Università Ca’ Foscari, dove alle ore 16.00 si terrà la presentazione del libro dell’autrice del Concorso Lingua Madre Enisa Bukvic IO NOI LE ALTRE. Donne portatrici di cambiamento tra Bosnia Erzegovina, Istria e Italia (Infinito edizioni, 2012). Un libro importante in cui, attraverso le vicende personali vissute sia in guerra che in pace, e attraverso le vicende di molte donne italiane e balcaniche con cui si confronta in questo libro, l’autrice racconta un mondo al femminile e spiega perché il futuro è delle donne, in un pianeta in cui le violenze di genere e il maschilismo paiono invece raccontare, falsamente, il contrario. Un libro lucido e appassionante fatto di sentimenti, degli odori delle terre che hanno dato i natali alle protagoniste, degli usi e dei costumi dei luoghi delle loro vite. Per raccontare tutto questo, interverranno con l’autrice: Susanna Regazzoni, Archivio Scritture Scrittrici Migranti; Maria Teresa Sega, Presidente Associazione rEsistenze, Silvia Camilotti, Archivio Scritture Scrittrici Migranti.
E poi il 7 marzo, alle Poste Centrali di Torino, per la III edizione di “Le donne leggono le donne”, iniziativa promossa da Poste Italiane e Concorso Lingua Madre, quest’anno dedicata al progetto We Women for Expo, la rete di donne per Nutrire il Pianeta. A partire dalle ore 11 e per tutta la giornata, nel salone dell’ufficio postale di Torino Centro, in via Alfieri 10, saranno protagonisti i racconti inviati al Concorso. Un alternarsi di narrazioni, immaginari e vissuti declinati quest’anno sul tema del cibo. Ricette, aneddoti, profumi e sapori da tutte le donne del mondo, raccontate nei luoghi della quotidianità urbana. Nell’ampio salone dell’ufficio, storie di memoria, desiderio, felicità si alterneranno coinvolgendo il pubblico in attesa, mentre le fotografie selezionate per il Premio Speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo del Concorso faranno da scenografia alla performance. Saranno donne italiane e straniere a leggere: tutte dipendenti delle Poste, che hanno voluto dare voce a chi abitualmente non ce l’ha. Le clienti saranno a loro volta invitate a raccontare una ricetta del cuore, un piatto che le rappresenti o che ricordi loro un evento significativo della propria vita. Queste ricette entreranno a far parte della grande call internazionale del progetto WE-Women for Expo, che raccoglierà le “recipes for life” di tutte le donne del mondo. Un rametto di mimosa offerto alle clienti salderà simbolicamente i contenuti dell’evento scenico con quelli della Giornata della donna. Ancora, il 7 marzo, alle ore 17.00, presso la Sala delle Colonne del Palazzo Civico di Torino si terrà “RITRATTI DI DONNE. IMMAGINI PER RIFLETTERE. Attuali conflittualità nel mondo del femminile colte con attenzione e sensibilità da film makers“. Durante l’incontro – promosso dalla Consulta Femminile del Comune di Torino, in collaborazione con il Piemonte Movie Torino – saranno proiettati una selezione di cortometraggi a tematica femminile cui farà da sottofondo la voce narrante della regista Stefania Cerminara. A concludere le proiezioni, il corto cinemattografico del Concorso Lingua Madre.
L’8 marzo, alle ore 15.30, a Vicenza, sempre in occasione della Giornata Internazionale della Donna, Michaela Sebokova, vincitrice del premio speciale Slow Food-Terra Madre del Concorso Lingua Madre 2012, racconterà al pubblico il suo libro Dal diario di una piccola comunista (Ed. Besa 2013), in dialogo con la scrittrice Valeria Mancini. Ad arricchire l’incontro la lettura del racconto Il profumo della domenica (Lingua Madre Duemiladodici, Ed. SEB27) e gli interventi musicali del coro “Il Sogno”. L’evento è organizzato dall’Associazione Orizzonti comuni, che opera sul territorio vicentino al fianco di molte donne migranti.
Ancora, l’8 marzo, alle ore 19.00, presso la Società Operaia Ceretta di San Maurizio Canavese (TO), si terrà la proiezione del cortometraggio Un salto nella vita dell’autrice del Concorso Lingua Madre Brunella Pernigotti, racconto autobiografico di una storia di violenza familiare realmente accaduta realizzato con la regia di Luigi Mezzacappa. L’autrice, in modo simbolico e sintetico ha voluto raccontare un matrimonio fondato sull’idea che amare significa possedere l’altro, al punto che vittima e carnefice si trovano legati in una situazione pericolosa da cui sembra impossibile sfuggire. Ma il film è un’esortazione diretta alle vittime, affinché capiscano che, se vogliono, possono liberarsi, mentre spesso la convinzione di essere troppo deboli le paralizza e le rende facili prede. La protagonista Brunella Pernigotti sarà presente alla serata insieme al suo regista.
L’11 marzo,
alle ore 18.00, a Verona, la vincitrice della VIII edizione del Concorso Lingua Madre Gül Ince e il gruppo di narrazioni del centro interculturale delle donne del Comune di Verona, Casa di Ramia incontreranno il pubblico per una riflessione sul tema del rapporto tra oralità e scrittura nella narrazione. Saranno letti stralci di interviste delle donne del gruppo per scoprire il significato che ha avuto per loro la narrazione, a confronto con l’esperienza di scrittura di Gül Ince.
Il 16 marzo
, sempre a Verona, il Concorso Lingua Madre sarà ospite del festival Infinitamente con la vincitrice della VIII edizione Gül Ince. Il cambiamento sarà il tema conduttore dell’intera kermesse, in programma dal 10 al 16 marzo 2014. A parlarne, alle ore 16.30, con l’autrice e in dialogo con il pubblico, Paola Marchi.
E ancora, il 21 marzo alle ore 12.00 a Milano, in occasione del programma di eventi promossi dall’Ufficio d’Informazione del Parlamento Europeo a Milano nel mese di marzo – quest’anno incentrati sul tema della violenza contro le donne –  si terrà la presentazione del libro Chiamarlo amore non si può. Interverranno le scrittrici: Rosa Tiziana Bruno, Fulvia Degli Innocenti, Chiara Segrè e Daniela Finocchi (autrice della postfazione). Chiamarlo Amore non si può è un libro dedicato alle ragazze e ai ragazzi. Ma non è un libro Contro, è un libro Per: per le ragazze e i ragazzi pre e adolescenti che vanno incontro ai primi innamoramenti, ai sentimenti e al rapporto con l’altro sesso. È qui – in questa stagione di vita controversa, meravigliosa e maledetta come solo l’adolescenza può essere – che è importante introdurre, oggi più che mai, il tema della PREVENZIONE della violenza sulle donne perché è in questi anni che si costruisce l’identità di genere. Il progetto editoriale Chiamarlo Amore non si può intende dare voce – in modo corale – alla cultura della prevenzione e dell’educazione per frantumare pregiudizi e modelli affettivi disturbati.
Non mancate!